Perché aderire
L’adesione all’Ente Bilaterale ENBISIT può essere effettuata esclusivamente dalle aziende che applicano il CCNL per i dipendenti delle Agenzie di Sicurezza Sussidiaria Non Armata e degli Istituti Investigativi (Controllo Attività Spettacolo – Intrattenimento – Commerciali – Fieristiche – Servizi di Accoglienza – Guardiania – Monitoraggio Aree) sottoscritto pariteticamente il 28/01/2011 da: A.I.S.S. (Associazione Italiana Sicurezza Sussidiaria) e Confederazione Federterziario (Federazione Italiana del Terziario, dei Servizi, del Lavoro Autonomo, della Piccola Impresa Industriale, Commerciale e Artigiana) per conto delle Organizzazioni Datoriali da una parte e dal Sindacato dei Lavoratori FEDERAZIONE UGL SICUREZZA CIVILE (Unione Generale del Lavoro Federazione Nazionale del Terziario), scaricabile dal sito del CNEL (http://www.cnel.it) Contratto Collettivo Nazionale Sicurezza Sussidiaria e depositato presso il Ministero del Lavoro con Prot. n. 15/IV/0002575 MA002.A004 del 02/02/2011.
L’adesione è un’opportunità interessantissima per l’impresa e per il lavoratore di usufruire gratuitamente di servizi, finanziamenti e strumenti a sostegno dello sviluppo professionale, imprenditoriale e umano e si perfeziona mediante la puntuale compilazione di apposita Scheda Adesione e dell’allegata Scheda Anagrafica Azienda, entrambe da retrocedere, timbrata e sottoscritta, al FAX: 06 32 43 129 oppure a mezzo PEC: posta@pec.enbisit.it. In alternativa è possibile aderire all’Ente Bilaterale ENBISIT compilando in ogni sua parte il form sottostante.

Modalità di Adesione

ISTRUZIONI VERSAMENTI

L’adesione all’Ente Bilaterale è implicita con l’applicazione del suddetto CCNL. Le quote da versare all’Ente Bilaterale ENBISIT sono definite dall’art. 11 del CCNL e sono calcolate percentualmente sulla busta paga base e contingenza del lavoratore per 12 mensilità annue e sono così costituite: 1% della retribuzione lorda, ripartita per lo 0,70% a carico del datore di lavoro e per lo 0,30% a carico del lavoratore; per i lavori con rapporto CO.CO.PRO la trattenuta sarà del 1% ripartita nel 0,70% a carico del datore di lavoro e per lo 0,30% a carico del lavoratore, le trattenute dovranno essere versate mensilmente presso l’Ente stesso accompagnate da dichiarazione certificatoria dei compensi lordi erogati.

Inoltre dovrà essere versata una quota pari a 1% delle retribuzioni lorde da destinarsi esclusivamente ai fini della formazione, posta a carico per il 50% di ciascuno tra l’azienda e il lavoratore.
Le quote sopra indicate saranno calcolate sulle retribuzioni lorde riferite alle sole ore lavorate (nelle 12 mensilità). La suddetta quota è parte integrante dei costi connessi con l’applicazione del presente CCNL, comprendenti anche i costi sopportati dal sindacato e dalla parte datoriale per l’assistenza contrattuale da definirsi con separato regolamento. Tale trattenuta viene denominata Contributo per ENTE BILATERALE (E.N.BI.S.I.T.).
Il versamento delle quote di finanziamento dovrà avvenire con cadenza mensile, entro il giorno 16 del mese successivo, tramite Bonifici Bancari così suddivise:

QUOTA ADESIONE pari all’1% su IBAN: IT 87 K 05216 03230 000000004302 con causale: “Quota Adesione

QUOTA FORMAZIONE pari all’1% su IBAN: IT 64 L 05216 03230 000000004303 con causale: “Quota Formazione

CONTRIBUTO MUTUA MIA € 10,00 MENSILI SU IBAN: IT 08 G 05035 03204 4385 7074 1581

A versamento effettuato è necessario, inoltre, compilare, sottoscrivere e trasmettere al FAX: 06 32 43 129 oppure a mezzo PEC: posta@pec.enbisit.it, la Denuncia Bonifico Documentato.
L’Ente Bilaterale ENBISIT, riscontrato il mancato pagamento delle quote, intimerà all’Azienda di sanare la morosità entro un termine di giorni 30, con raccomandata r.r., e trascorso detto termine attiverà le procedure di recupero coatto, dando comunicazione alle parti sindacali e alle DD.TT.LL. territorialmente competenti.

ATTENZIONE
La mancata adesione all’Ente Bilaterale ENBISIT comporta per le aziende del settore della Sicurezza Sussidiaria Non Armata e degli Istituti Investigativi e Tutela, oltre all’impossibilità di usufruire gratuitamente delle opportunità di maggiore flessibilità e dei servizi offerti (in materia di apprendistato, sicurezza luoghi di lavoro, conciliazione controversie di lavoro, contratti di inserimento, a termine, etc.), l’obbligo di corrispondere al lavoratore un Elemento Distinto della Retribuzione (EDR) d’importo pari al 15,00% della retribuzione lorda paga base e contingenza ed assoggettato alla normale imposizione previdenziale e fiscale (rientra nella retribuzione di fatto). Tale elemento andrà denominato all’interno della busta paga con la seguente dicitura: “mancata adesione agli strumenti di gestione bilaterale del contratto”.